ELASTOFLEX

Prodotto

Vernice elastomerica antidilavamento , idonea anche per il trattamento di superfici micro-cavillate e per la protezione del CLS.

Supporti:

Intonaci di malta cementizia perfettamente stagionati (almeno trenta giorni).

Vecchi intonaci a calce purché preventivamente trattati.

Intonaci già verniciati con prodotti sintetici.

Calcestruzzo sia vecchio che nuovo.

Avvertenze:

Effettuare sempre una prova in cantiere del ciclo completo di applicazione.

Supporti umidi con presenza di efflorescenze vanno preventivamente trattati con sistemi deumidificanti.

Non applicare su malte a base di calce o che ne contengano quantità significative.

Ciclo applicativo:

Depolverizzare più possibile il supporto.

Applicare una mano del ns primer adesivo Pliokrom a pennello. Trattare con ns. stucco elastomerico Mikrostuk eventuali crepe a carattere dinamico.

Finire con almeno due mani di “Elastofflex” a rullo o pennello

Condizioni applicative:

Umidità relativa non superiore all’75%

Temperatura di applicazione:

+8°C / +35°C

Temperatura del supporto:

+5°C / +40°C

Sovraverniciatura:

Min. 12 ore – Max 7 giorni

Attrezzi:

Rullo, pennello, spruzzo.

Resa indicativa:

4-5 mq con 1 Lt di prodotto.

A spruzzo il consumo aumenta sensibilmente.

Diluizione:

Con acqua 10-15%

Tipo di legante: 

Stirolo  acrilato.

Colori:

Bianco, cartella “KROMAX” rivestimenti tecnici, tinte al campione.

Confezione di vendita:

Lt. 13

Stoccaggio:

6 mesi in luogo fresco ed asciutto, proteggere dal gelo

Residuo secco:

42.50 a 500°C

Permeabilità al vapore:

140 mg/mq. x 24h

Assorbimento d’acqua:

80 mg/mq x 24h

Aspetto del prodotto:

Opaco.

PH:

Neutro

Peso specifico:

1,400 ± 0,02 gr./cc. a 20° C.

Essiccazione:

Fuori impronta:

2 ore.

In profondità: 24 – 36 ore.

IMPORTANTE

Evitare l’applicazione in condizione di pioggia imminente, vento forte o sole battente.

Utilizzare sempre un unico lotto di produzione fino ad interruzioni architettoniche ed effettuare eventuali riprese e ritocchi entro brevissimo tempo.

Prima di applicare in facciata, incapsulare eventuali guaine bituminose o asfalti minerali del terrazzo di copertura del fabbricato con idonea vernice acrilica in quanto, in caso di pioggia, potrebbero causare colature non sovraverniciabili.

Eventuali stuccature parziali, successive alla prima mano, vanno tassativamente riprese con primer fissativo per poi procedere con le mani a finire.

Normativa

(DIR.2004/42/CE) Pitture per pareti esterne di supporto minerale Valore limite UE per questo prodotto (BA – cat. c): 40g/l (2010) Contenuto COV<40g/l

Le informazioni del presente documento, hanno carattere indicativo e possono essere variate in qualsiasi momento senza preavviso per esigenze tecnico-normative. Le notizie in esso riportate sono frutto di lunga esperienza sui cantieri, l’utilizzatore è tenuto a testare e verificare l’idoneità dei prodotti prima dell’applicazione mediante campionatura preventiva. Si declina ogni responsabilità per un uso improprio del prodotto. Per info contattare il ns servizio tecnico.