Con le innovative resine ad acqua Kromax si possono impermeabilizzare tetti e terrazzi di strutture civili ed industriali.

Le resine impermeabilizzanti per terrazzi esterni possono essere applicate direttamente su vecchi pavimenti e vecchie guaine, ma anche su cemento, massetti etc.

In questo modo si limita la produzione di rifiuti e materiali di risulta. Lo spessore ottenibile è di 2-4mm e la manutenzione e la riparazione sono estremamente facili.

Impermeabilizzare terrazzi senza demolire, vantaggi:

  • Niente demolizioni e niente smaltimento di materiali da risulta, con notevole riduzione dei costi;
  • Lo spessore necessario è di soli 2-3mm;
  • Non sono necessarie attrezzature specifiche;
  • Facilità di ripristini e riparazioni;
  • Assenza totale di sostanze nocive;
  • Gli effetti e i colori sono personalizzabili.

Terrazzi condominiali

Resine impermeabilizzanti per terrazzi esterni
Resina su terrazzo piastrellato

Resine impermeabilizzanti su vecchie piastrelle

Impermeabilizzazione direttamente su vecchio pavimento con Terraflex applicato a spatola con rete interposta + Plastix oppure Akuagum. Si ottiene così un pavimento in gomma, consigliato per terrazzi di servizio. E’ sempre consigliato risvoltare anche sulle superfici verticali.

Resina impermeabilizzante su guaina
Resina su manto bituminoso

Resine impermeabilizzanti direttamente su vecchie guaine

La funzionalità di un manto bituminoso deteriorato può essere ripristinata con il ns sistema Terraflex + Plastix applicato direttamente a rullo (previa diluizione) con una rete sottile in fibra interposta.

Esempi e applicazioni di resine impermeabilizzanti per terrazzi esterni

resina impermeabilizzante su terrazzo
terrazzo in resina spatolata

Resina impermeabilizzante effetto spatolato

Se il terrazzo è destinato ad un uso domestico, la finitura dopo il Terraflex deve essere eseguita con una resina poliuretanica come il ns Floortex allo scopo di rendere lavabile la superfice. una valida alternativa al classico pavimento da esterno. Grazie alla praticità della resina, rinnovare e cambiare colore è semplice: un elevato livello di personalizzazione consente di ottenere un terrazzo unico.

Terrazzo in resina bianca
Terrazzo in resina bianca

Terrazzo in resina bianca

Il nostro sistema di impermeabilizzazione decorativa è disponibile anche in bianco come variante di colore, utile nelle zone turistiche in cui è necessario rispettare norme di tipo paesaggistico.

I terrazzi ad uso domestico richiedono una manutenzione che consiste in una mano di vernice di finitura con cadenza annuale o biennale in funzione dell’intensità d’uso.

Strutture industriali e cupole

tetto Immobile commerciale
Immobile commerciale

Tetti di strutture commerciali

Anche gli immobili commerciali ed industriali possono essere trattati con le resine perché le operazioni di ispezione e manutenzione sono molto più facili da eseguire nel tempo.

Cupola impermeabilizzata con resine
Cupola impermeabilizzata

Applicazione di resina su una cupola

Le strutture a cupola sono difficili da trattare e le resine Kromax si prestano in maniera particolare ad essere impiegate in superfici complesse in luogo di un sistema tradizionale.

Le resine elastomeriche rappresentano la scelta più affidabile per eliminare le infiltrazioni nel panorama dei sistemi di impermeabilizzazione esistenti.

Applicazione di resina a parete

resina a parete
resina a parete

Impermeabilizzazione muro di cinta

Anche un muro di cinta in CLS può essere impermeabilizzato o semplicemente decorato con il ns Terraflex applicato con effetto materico e finito con colori nuvolati per ottenere un gradevole effetto pietra.

Preparazione dei supporti:

Le superfici devono essere perfettamente asciutte, solide e in buona aderenza.

Nel caso di vecchie guaine bituminose sarà sufficiente eseguire una buona pulizia poi il Terraflex sarà in grado di aderire direttamente.

Caratteristiche, pulizia e manutenzione:

Prima di scegliere se adottare un pavimento in resina bisogna valutarne l’idoneità o meno rispetto alle proprie esigenze e comprendere quali sono i pro i contro e le differenze rispetto alle tradizionali piastrelle. Per questo rimandiamo a un’altra nostra pubblicazione contente informazioni utili sulle caratteristiche dei pavimenti in resina.

Questo articolo ha 7 commenti.

  1. Pier luigi Cristiano

    Devo isolare una terrazza di 30mtq

    1. Kromax

      Si tratta di una terrazza piastrellata, rivestita di una vecchia guaina o altro?

  2. Stefano

    Salve devo riparare il tetto piano non calpestabile di una sauna di 2×2 mt ( 4 mq ) che ha una guaina bituminosa nera, senza dover rimuovere la stessa. A causa della sua fessurazione gocciola un po’ in alcuni punti. Vorrei sapere se il vostro prodotto può fare al caso mio, calcolando che la sauna raggiunge una temperatura interna massima di 100° C. Vorrei sapere anche che quantità di prodotto dovrei usare.
    Grazie

    1. Kromax

      Per una quadratura così piccola può utilizzare il Terraflex in versione fibrata che si applica senza rete di armatura.
      5Kg di prodotto dovrebbero essere sufficienti.
      Le resine a 100° C si danneggiano perché possono resistere al massimo fino 70 -80° C. ma Lei indica la temperatura interna alla sauna. Bisognerebbe capire se la parte esterna viene raggiunta dal calore così intenso o meno.

  3. sebastiano

    per 100 mq di terrazzo quanto mi viene a costare sia la rete che ll prodotto per incollarla? la guaina liquida la tengo già. grazie

  4. Dante

    Salve,
    volevo chiedervi un consiglio per un terrazzo, di circa 100mq calpestabile:
    1) Rendere impermeabile un lato del terrazzo di circa 70mq, pavimentato con lastre,(disegno a ventaglio) in cemento grigio da 40 x 40, mentre il battiscopa in marmo bianco.

    2) Il restante 30mq invece, è solo coibentato, (Mapelastic). Ho provato a proteggerlo con pavimento liquido, ma non ha dato gli effetti desiderati. Inoltre, su questa porzione, vorrei creare un orto pensile e quindi capire se una volta resinato, posso utilizzarlo come tale.

    Grazi

    1. Kromax

      Salve, per impermeabilizzare un terrazzo è necessario ricoprirlo interamente con un pavimento in resina monolitico armato con rete in fibra.
      Per fare una prima valutazione avremmo bisogno che Lei ci invii almeno un paio di foto della superfice da ricoprire (può farlo dalla ns pagina Contatti).
      Per l’orto pensile Le sconsigliamo di crearlo direttamente sulla resina perché durerebbe poco a contatto permanente con il terreno umido e le radici attecchirebbero perforando la resina.

Lascia un commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.